ARCHIVIO – “TraMontieTeatro”: a Montevecchia in scena “La cantatrice calva”

0

MONTEVECCHIA – È la prima opera teatrale di Eugène Ionesco, un testo simbolo del teatro dell’assurdo. Stiamo parlando di La cantatrice calva, pièce che sarà in scena sabato 24 febbraio alle 21 al Teatro dell’Oratorio di Montevecchia. Terzo appuntamento della quattordicesima edizione di TraMontieTeatro (rassegna organizzata dalla compagnia Il Colle e dall’associazione Ronzinante Teatro in collaborazione con il Comune e l’oratorio di Montevecchia), lo spettacolo è realizzato da Teatro Instabile di Imperia.

tramontieteatroFondata dai registi e attori Gianni Oliveri e Livia Carli nel 1999, la compagnia è una delle realtà più apprezzate del panorama amatoriale italiano e questa volta condurrà gli spettatori alla scoperta o alla riscoperta di un testo entrato di diritto nella storia del teatro del Novecento. Frasi fatte, luoghi comuni inventati, dialoghi contrastanti e scioglilingua, il tutto all’interno di un salotto inglese dove si incontrano i padroni di casa, i signori Smith, e i loro ospiti non molto graditi. i signori Martin. Temi di fondo di tutta l’opera sono senza dubbio quelli dell’incomunicabilità, del parlarsi addosso senza ascoltarsi e della banalità della vita piccolo borghese in uno spettacolo che riesce a sovvertire le regole drammaturgiche e definito dallo stesso Ionesco una parodia della commedia.

Un testo non recente, quindi, ma in grado di parlare anche al presente, permettendo di riflettere sull’assenza di una vera comunicazione tra gli esseri umani, anche e soprattutto in un’epoca dominata dai social networks.

INFORMAZIONI –  Ingresso singolo 8 euro e ridotto (under 25 e residenti a Montevecchia) 6 euro.

Share.

L'autore di questo articolo