ARCHIVIO – Voces: a Barzio una serata dedicata a Manzoni e al salotto della contessa Maffei

0

BARZIO – Per l’ultimo appuntamento estivo con il festival di musica e cultura tradizionale e antica VOCES un evento interamente dedicato ad Alessandro Manzoni e all’Ottocento italiano. Un incontro in biblioteca e, a seguire, uno spettacolo che ricostruirà le atmosfere ottocentesche del famoso salotto Maffei di Milano, punto di riferimento per intellettuali e artisti del periodo. In programma per domenica 3 agosto a Barzio, la lunga serata prenderà il via alle 17, quando all’interno della Biblioteca Comunale Luigi Rosci terrà un approfondimento dal titolo Pagine manzoniane. «Un’immersione – spiegano dall’associazione Res Musica, organizzatrice del festival – fra i ‘pezzi’ più interessanti conservati nel Fondo Alessandro Manzoni della Biblioteca Comunale di Barzio, dove gli antenati dello scrittore si trasferirono dalla bergamasca nel XVI secolo».

Sabina Macculi

Sabina Macculi

A seguire, all’interno della corte di Palazzo Manzoni (sede del municipio di Barzio), sarà la volta di Il salotto della contessa Maffei, uno spettacolo che a partire dalle 21.30 porterà in scena testi e musiche dell’Ottocento italiano, tutti interpretati da musicisti di fama internazionale quali il soprano Sabina Macculi e il pianista Maurizio Carnelli, e dagli attori Carla Chiarelli e Fabrizio Parenti.

IL SALOTTO MAFFEI – Luogo di incontro per importanti esponenti del mondo dell’arte e della cultura, quello della contessa Maffei è sicuramente uno dei più celebri salotti italiani del XIX secolo. Dai romantici degli anni ’30 e ’40 alla Scapigliatura e al Verismo, da Manzoni e Tommaso Grossi a Verga e Grazia Deledda: in questo salotto sono passati, infatti, i più grandi nomi della letteratura italiana. Il testo che andrà in scena domenica riproporrà, a partire dalle memorie di alcuni frequentatori e da suggestive immagini della Milano del tempo, i personaggi protagonisti di quegli anni, i loro pregi e difetti, i loro tic. «Il severo Verdi – raccontano i promotori – un Balzac donnaiolo che alimenta i pettegolezzi milanesi, un Manzoni che alla cultura e memoria prodigiose unisce dubbi esistenziali e nevrosi assurde». Inizialmente luogo di ritrovo per artisti, con gli anni il salotto assumerà un carattere marcatamente patriottico, tanto che molti dei suoi frequentatori saranno in prima linea durante le Cinque Giornate.

Chiara Chiarelli

Chiara Chiarelli

Un ruolo da protagonista, quindi, per un luogo che progressivamente perderà importanza con il disgregarsi della società della contessa, il tramonto della generazione romantica, l’avvento, infine, di un mondo nuovo, più moderno e individualista.

L’ingresso allo spettacolo è libero. Dalle 19 è in programma anche una cena a prezzo convenzionato di 18 euro presso l’Hotel Ristorante Esposito (prenotazione al numero 0341 996200 entro il giorno precedente).

Per info: resmusica@alice.it, www.voces.artemusicfestival.it

 

Share.

L'autore di questo articolo