100 anni di sport a Lecco: la storia della pallacanestro

0

In occasione della mostra del Coni dedicata ai 100 anni di sport sul territorio lecchese (qui l’articolo), Il Flâneur, media partner dell’iniziativa, vi guida alla scoperta delle varie federazioni sportive. Uno speciale che di puntata in puntata racconterà storia, aneddoti, successi. Oggi parliamo di basket.

LECCO – La palestra dell’Istituto Badoni e il professor Giuseppe Puglisi. Se volessimo individuare i due simboli della pallacanestro lecchese sicuramente non ci sarebbero dubbi. Era infatti il 1965, anno della costruzione della palestra del celebre istituto cittadino, quando il professor Puglisi, trasferitosi a Lecco da qualche anno, decideva di fondare con la collaborazione di preside e professori del Badoni la Polisportiva Lecco (nel 1967 diventerà Elettromeccanica Lecco), la stessa che nel dicembre dello stesso anno avrebbe preso parte al campionato di Prima Divisione.

basket coni 1È da quella palestra che inizia, quindi, l’epopea di una delle squadre lecchesi più amate del periodo: una squadra composta da ragazzi del territorio e che nel 1977 arriverà, con il nome di Basket Lecco (dal 1970), a essere promossa al terzo campionato nazionale Serie C. Ed è proprio sulla scia di questi successi che l’amministrazione comunale di Lecco realizzerà il palazzetto del Bione, inaugurato proprio nel 1977 con l’esordio della compagine lecchese nel campionato di Serie C. Oggi il Basket Lecco, dopo più di trent’anni caratterizzati da risultati altalenanti, è ancora la società lecchese che milita nel maggior campionato: la Serie B.

basket coni 17Non solo Basket Lecco, però: la fine anni Sessanta ha visto fiorire, infatti, anche altre importanti società del territorio lecchese, come la sezione Pallacanestro dell’Aurora San Francesco, quella della Polisportiva Mandello e della Polisportiva G. Colombo di Maggianico, quest’ultima divenuta in seguito ADB Vercurago. E poi, negli anni seguenti, ecco nascere altre importanti realtà, in grado di raggiungere risultati considerevoli: è il caso della Carpe Diem Calolzio, oggi in serie C, e della Polisportiva Olginate, tra anni Ottanta e Novanta in serie C e di recente rinata con il nome di Nuova Pallacanestro Olginate (oggi di nuovo in Serie C).

Un movimento, quello del basket lecchese, ulteriormente cresciuto grazie alla nascita di società come Polisportiva Lierna (in serie C), CB Pescate, Ars Rovagnate, AS Robbiate, GSG Civatese e di altre venti realtà, oggi coinvolte nei campionati provinciali giovanili e senior. 

basket coni 13Accanto al basket maschile, poi, non si possono non citare le due società di riferimento a livello femminile, che negli anni si sono fatte notare fino ad arrivare a calcare i parquet della serie A2: Valmadrera e Costa Masnaga. La prima nasce nel 1970 su iniziativa di Giancarlo Vassena e con il supporto tecnico di Daniele Todeschini, allora giocatore Basket Lecco. La Società GSF Valmadrera ha un costante sviluppo fino a raggiunger la Serie A2 nel 1987, quando si trasferisce a Lecco con il nome di ComEdil. È dopo questo trasferimento che a Valmadrera nascono il Basket Team ’86 e, nel 1987, il Centro Pallacanestro Starlight, che partendo dalle giovanile nel 2001 raggiunge la Serie B. Costa Masnaga, invece, nasce grazie al ruolo svolto dalla famiglia Ranieri ed è oggi una realtà in notevole espansione sia a livello prima squadra (oggi in serie A2) che nel settore giovanile.

basket coni 11Di notevole importanza, infine, l’attività di minibasket. Iniziata a fine anni Settanta soprattutto  grazie all’inaugurazione del Centro Sportivo del Bione, si è velocemente diffusa in tutte le altre società del territorio, tanto che attualmente operano in provincia 33 Centri Minibasket, che coinvolgono circa 3000 bambini e bambine.

IL COMITATO PROVINCIALE DI LECCO – Il comitato nasce nel 1996 grazie al ruolo svolto da Alessandro Aldeghi, responsabile del settore minibasket regionale della Fip e consigliere regionale. Sarà Graziella Calise, invece, la prima presidente, nel 2001 costretta a lasciare la carica a causa di una malattia. Al suo posto viene indicato da tutti Alessandro Aldeghi, ma un improvviso malore provoca la perdita di uno degli uomini più importanti per la diffusione del minibasket in Lombardia e, in particolare, in Provincia di Lecco. Le elezioni del 2001 vedono prevalere Gianprimo Mauri, in carica fino alla chiusura del Comitato, avvenuta in seguito alla modifica dello statuto della Fip, e oggi Delegato Provinciale.

Share.

L'autore di questo articolo