Da Hokusai a Van Gogh, da Bosch a Canaletto.
Al Cardinal Ferrari di Galbiate torna “La grande arte al cinema”

0

GALBIATE – Da Hokusai a Bosch, dal Canaletto a Van Gogh, senza tralasciare una personalità che non è solo pittore, ma anche regista e sceneggiatore come Julian Schnabel e, evento speciale, il racconto del mito della Ferrari 312b in occasione dei 70 anni di fondazione della scuderia di Maranello. L’Arte torna a essere protagonista sul grande schermo: sei nuovi appuntamenti che dopo la pausa estiva portano ancora una volta artisti e opere d’arte al cinema. Si tratta, come ormai sappiamo da alcuni anni, della rassegna La grande arte al cinema, serie di eventi in tecnologia digitale promossa da Nexo Digital e in programma contemporaneamente nelle sale italiane che scelgono di aderire all’iniziativa, tra cui, in esclusiva per il lecchese, il Cardinal Ferrari di Galbiate. Un nuovo cartellone, quindi, per una rassegna che permette di conoscere, comodamente seduti in sala, correnti e tecniche, grandi nomi del passato e fenomeni più recenti.

hokusaiAd aprire la prima parte della rassegna sarà, il 27 settembre, Hokusai, dal British Museum, proiezione che permetterà di conoscere in modo più approfondito l’artista giapponese che ha ispirato tra gli altri Monet, Van Gogh e Picasso e, in particolare, quella che è la sua opera più famosa: La Grande Onda. «Esplorazioni nelle città di Tokyo, prestiti dalle più importanti collezioni europee e giapponesi, libri illustrati, dipinti e incisioni – anticipano gli organizzatori – raccontano, grazie agli interventi di esperti, la nascita e lo sviluppo dello stile ukiyo-e e del mito assoluto di Hokusai».

In programma per l’11 di ottobre, poi, una proiezione speciale: a settant’anni dalla nascita della leggendaria scuderia emiliana, ecco sul grande schermo Ferrari 312B, un film fatto di velocità, suono e immagini, realizzato per raccontare la storia di una delle Ferrari più belle e innovative di sempre.

Si parla di Van Gogh, invece, nell’appuntamento del 18 ottobre, quando sarà la volta di Loving Vincent, un’esperienza che i promotori definiscono multimediale, perché si tratta del primo lungometraggio interamente dipinto su tela. «Realizzato elaborando le tele dipinte da un team di 125 artisti, il film – spiegano dal cinema galbiatese – è composto da migliaia di immagini create da pittori che hanno lavorato anni per arrivare a un risultato originale e di enorme impatto. Arte, tecnologia e pittura si fondono regalando emozioni uniche».

Bosch-Il-giardino-dei-sogniCi si avventura nel mondo originale e quasi magico di Bosch, invece, l’8 novembre, quando La grande arte al cinema ha in serbo Giardino dei sogni, proiezione che attraverso le sale del Museo del Prado di Madrid condurrà un’indagine sulle visioni surreali e strazianti del genio del rinascimento olandese e sul suo capolavoro: il Giardino delle Delizie. Artisti, scrittori, filosofi, musicisti e scienziati contemporanei discuteranno sui significati del dipinto, spostando il dibattito nell’era moderna.

canalettoSi torna in Italia con Canaletto a Venezia: mercoledì 29 novembre la laguna e i suoi canali rivivranno sul grande schermo. «Il racconto che il celebre pittore fece di Venezia – si legge nella presentazione del film – viene percorso attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace e grazie a uno splendido tour cinematografico attraverso la laguna. La storia della vita dell’artista si snoderà così tra calli, piazze e canali che ne furono il principale scenario e che Canaletto (1697-1768) seppe immortalare come nessun altro pittore al mondo».

julian schnabelChiude la prima parte della rassegna,  il 13 dicembre, un film dedicato all’arte cinematografica: si tratta di Julian Schnabel, a private portrait, dedicato alla vita e alle opere «di un uomo che, grazie a un talento straordinario, è diventato uno dei più grandi artisti e registi della sua generazione, firmando – affermano da Nexo Digital – capolavori come “Prima che sia notte” e “Lo scafandro e la farfalla”». Tra video privati, aneddoti familiari e testimonianze degli amici, il regista Pappi Corsicato traccerà, quindi, un profilo intimo e originale di Schnabel.

INFORMAZIONI - Tutte le proiezioni si tengono alle 21. Biglietti: 10 euro, ridotti a 8 euro per gli iscritti a Avis Galbiate, Associazione pensionati Galbiate, Cif Galbiate, Gruppo alpini Monte Barro, Gruppo cinema Galbiate, titolari abbonamento I colori del cinema 2017-18, over 65 e under 25. Per informazioni www.cferrari.it.

Share.

L'autore di questo articolo