ARCHIVIO – Giorgio Scianna alla Libreria Volante di Lecco.
In programma la presentazione del suo “Cose più grandi di noi”

0

LECCO – «Dopo poche pagine ero catturato da personaggi e trama, e sapevo di essere nelle mani di un maestro nel raccontare storie». Il maestro nel raccontare storie è Giorgio Scianna, le pagine sono quelle del suo ultimo libro – Cose più grandi di noi – e a parlarne in questi termini è uno scrittore del calibro di Joe R. Lansdale. Cose più grandi di noi, quindi: un romanzo edito da Einaudi e che sarà protagonista della presentazione con autore in programma per sabato 11 maggio alle 18 alla Libreria Volante di Lecco. Uno tra gli eventi di punta, come lo definiscono dalla libreria di via Bovara, in un mese che, ve lo abbiamo già preannunciato, sarà ricco di appuntamenti, con ospiti quali Andrea Tarabbia e Alessandro Robecchi.

Sabato, quindi, l’incontro con lo scrittore pavese, che dopo il successo di La regola dei pesci si avventura, questa volta, in una Milano, quella degli anni Ottanta, in cui si respira un’aria feroce e in cui, come si legge nella presentazione del volume, «le Brigate Rosse stanno perdendo la loro battaglia contro lo Stato, e il cono d’ombra della violenza sembra poter raggiungere chiunque».

Qui, in questa ambientazione immediatamente successiva agli Anni di Piombo, si muove Marghe, diciottenne incarcerata perché coinvolta nelle vicende di un gruppo armato e che ora ottiene gli arresti domiciliari. Ha parlato, ha rivelato quel poco che sapeva e ora, nel trilocale in cui vive con il padre, sente di non essere ancora libera. Vicino a lei, nel palazzo di fronte, scorre la vita quotidiana del resto della sua famiglia, che lei osserva dalla finestra, mentre dentro casa prende forma una diversa prigionia: ha parlato, ha tradito, e ora ha paura. «Marghe – si legge nella presentazione del volume – scopre di essere ancora prigioniera. Delle tre stanze che segnano il suo perimetro di libertà, di un conflitto con la madre che gli altri non capiscono, ma soprattutto di se stessa. Perché Marghe, travolta da cose più grandi di lei, ora ha addosso il marchio della traditrice».

«Siamo contente – è il commento di Serena Casini, titolare de La Libreria Volante – dell’arrivo di Scianna, soprattutto perché – precisa – a moderare l’incontro saranno i ragazzi del gruppo di lettura, giovani sedicenni che sapranno sviscerare al meglio i temi del libro. Ci fidiamo molto del giovani lettori».

Share.

L'autore di questo articolo