ARCHIVIO – “I Re Nudi”, atto terzo: protagonisti della prossima serata il duo Nicolò Caldirola-Rocco Arienti, Emanuele Panzeri e Stefano Morganti

0

LECCO – Ci saranno Nicolò Caldirola e Rocco Arienti dei Vintage Violence, Emanuele Panzeri con i pezzi del suo progetto Le Strade per la Luna e Stefano Morganti della band Gli occhi degli altri. Una serata all’insegna delle voci maschili, quindi, per il terzo appuntamento de I Re Nudi, la rassegna musicale dedicata alla musica d’autore realizzata dalla Taverna ai Poggi in collaborazione con HDstudio, C’esco e Crams. Con il titolo Il diavolo e l’acqua santa, l’appuntamento di giovedì 22 novembre alle 21 cercherà di replicare il successo dei primi due concerti (qui il racconto della prima serata e qui della seconda), che hanno visto numerose persone assistere alle esibizioni di giovani e talentuosi cantautori, il tutto sempre in quel clima conviviale che è marchio di fabbrica dell’iniziativa.

Venendo agli artisti in concerto, protagonisti di giovedì saranno, come detto, tre interessanti realtà del lecchese: si tratta di Nicolò Caldirola accompagnato da Rocco Arienti, di Emanuele Panzeri e di Stefano Morganti. I primi due sono il cantante e il chitarrista dei Vintage Violence, band lecchese che negli ultimi anni si sta facendo largo nel panorama indipendente italiano: una formazione con ben cinque album all’attivo, alcuni molto apprezzati dalla critica. Tra questi si possono sicuramente citare Piccoli intrattenimenti musicali, nel quale il gruppo si è avvalso delle collaborazioni di due dei più interessanti e innovativi esponenti della musica indipendente italiana come Enrico Gabrielli (Calibro 35) e Karim Qqru (Zen Circus), e Senza paura delle rovine, forse l’album più apprezzato dalla stampa specializzata.  Numerosi i live che negli anni hanno portato la band a condividere il palco con artisti noti quali, per citarne alcuni Il Teatro Degli Orrori, Ministri, Vallanzaska e One Dimensional Man. Nella serata di giovedì, Nicolò Caldirola e Rocco Arienti proporranno i loro brani in versione acustica, proprio come nell’ultimo disco: Senza Barrè.

Ritorno alla Taverna, invece, per Emanuele Panzeri, che ha già dato un piccolo assaggio della sua musica nella prima serata de I Re Nudi. Il musicista, membro di C’esco e i musicanti di Brahma, porterà ai Poggi i brani del suo progetto Le strade per la Luna, ispirato alla vita nei campi per rifugiati e realizzato per sostenere l’operato dell’associazione La Luna di Vasilika attraverso una serie di concerti di strada in diverse città italiane ed europee. «Il detto dice “Tutte le strade portano a Roma” – spiega Panzeri – e con questo piccolo e semplice progetto ci piacerebbe che tutte le strade possano portare alla Luna. Luna come insieme di persone che cercano di regalare una speranza a chi sta vivendo in un mondo piccolo dove la libertà è un ricordo ormai sfuocato. Luna come satellite lontano ma ancora di tutti, capace di attrarre lo sguardo più distratto e ispirare ogni giorno parole e melodie che profumano di poesia. Perché le strade? Perché secondo noi è un luogo dove incontrare la gente da vicino.senza palchi o barriere che possano diventare ostacoli per un dialogo».

Terzo ospite della serata, infine, Stefano Morganti de Gli Occhi Degli Altri, un gruppo che partendo da tematiche come la noia della vita immobilizzante della provincia si è poi nutrito di sonorità inglesi. Con alle spalle due dischi, la band ha condiviso il palco con numerosi artisti come Marta Sui Tubi, Punkreas, Dub FX, Sick Tamburo, Giorgieness e Cosmetic. Stefano Morganti attingerà quindi al repertorio della formazione per realizzare il suo live acustico.

INFORMAZIONI – Dalle 20 sarà possibile partecipare alla cena, con diverse opzioni di menù. Per tutte le informazioni cliccare qui

Share.

L'autore di questo articolo