ARCHIVIO – “Giugarock” apre “Lecco Summer Festival”. Sul palco anche gli Statuto

0

statuto2LECCO – È la band simbolo della ska italiano e si esibirà al termine della finale dell’edizione 2017 di Giugarock. Si tratta degli Statuto, gruppo torinese che nella serata di domenica 11 giugno chiuderà il contest tra band emergenti in programma da sabato 10 giugno presso il Parco di Villa Gomes, a Lecco.

La manifestazione, inserita all’interno del ricco cartellone di eventi di Lecco Summer Festival, si aprirà sabato alle 18.30 con l’esibizione delle sette band finaliste che saliranno sul palco di Villa Gomes nel seguente ordine: Saxin’ The City (18.30), Standing Babas (19.10), Maurizio Rastelletti (19.50), Acquaraja (20.30), Spakkomatto 2.0 (21.10), Dr. Banger (21.50) e Over the Wall (22.30). Al termine dei concerti spazio all’arte di Afran, artista conosciuto nel lecchese soprattutto per i suoi murales e che, in attesa di conoscere i finalisti, realizzerà delle opere in diretta. La serata si chiuderà con la proclamazione delle band finaliste, del vincitore del premio per la miglior voce e di quello della critica.

cesco-e-i-musicanti-di-brahmaGrande attesa, invece, per la giornata di domenica, dove, oltre a un concerto di 50 minuti delle due band finaliste (dalle 18.30) e alla proclamazione della vincitrice, si terranno i live dell’interessante band lecchese dei C’esco e i Musicanti di Brahma, con la loro musica ricca di contaminazione tra rock, blues, folk e musica cantautorale, e soprattutto degli Statuto. Sul palco a partire dalle 22.30, il gruppo è una delle più famose e apprezzate band ska italiane e dal 1983 porta avanti la cultura mod e numerose battaglie sociali. Nati nella Torino degli anni Ottanta, gli Statuto prendono il nome dalla piazza in cui si radunavano i mods torinesi ed è a inizio anni Novanta che arriva il grande successo con il disco Zighidà, che proprio quest’anno è uscito in versione rimasterizzata con tre inediti e diverse collaborazioni, come quella con Caparezza nell’intramontabile Qui non c’è il mare. Dopo la metà del decennio arriva la svolta brit-pop, soprattutto con il disco Tempi Moderni, ma già nel 1999, con Riskatto, la band torinese torna al più congeniale ska. Anche per tutti i Duemila il gruppo continua a pubblicare album e a esibirsi live in Italia ed Europa, rimanendo coerente con lo spirito mod degli inizi.

L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo