ARCHIVIO – A Galbiate continuano “I colori del Cinema”. Qui i prossimi titoli

0

GALBIATE – Proseguono i titoli de I colori del Cinema, la lunga stagione cinematografica del Cine-teatro Ferrari di Galbiate. Dopo le sette pellicole che hanno caratterizzato la prima parte dell’edizione 2014-2015 del cineforum galbiatese e l’apertura della seconda con I nostri ragazzi di Ivano de Matteo, ecco in arrivo altre cinque pellicole, che sino al 6 febbraio 2015 si susseguiranno all’interno della sala di largo Indipendenza, quasi sempre in doppia – talvolta tripla – programmazione.

"torneranno i prati"

“torneranno i prati”

Attesissima per venerdì 9, domenica 11 e lunedì 12 gennaio (sempre alle 21), infatti, la proiezione dell’ultimo lavoro di Ermanno Olmi: torneranno i prati. Un film ambientato nel 1917, sul finire della Prima Guerra Mondiale, e in cui tutto avviene nel corso di un’unica nottata in un avamposto di alta quota, tra silenzi e attese logoranti. Un appuntamento da non perdere e che nella serata di venerdì 9 potrà contare sulla presenza del critico cinematografico Pierluigi Voi, del Centro Studi Cinematografici di Milano.

"Io sto con la sposa"

“Io sto con la sposa”

Il cineforum continuerà, poi, venerdì 16 e domenica 18 gennaio con Io sto con la sposa, film di Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry e Antonio Augugliaro che racconta la vicenda di un corteo nuziale che attraversa clandestinamente il cuore della “fortezza” Europa, da Milano a Stoccolma. Un lavoro che unisce finzione e stile documentaristico, presentato alla settantunesima Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti.

"The German Doctor"

“The German Doctor”

Venerdì 23 e lunedì 26 gennaio sarà la volta, poi, di The German Doctor, pellicola diretta da Lucía Puenzo e scelta in occasione della Giornata della Memoria. Al centro della vicenda narrata un capitolo della storia del medico di Auschwitz Josef Mengele, noto per i suoi esperimenti eugenetici. Siamo nell’Argentina degli anni Sessanta e Mengele, scampato al processo di Norimberga, incontra casualmente una famiglia argentina, che risveglierà in lui l’ossessione per la “purezza”, per la “perfezione”.

"Class Enemy"

“Class Enemy”

Fissato per venerdì 30 gennaio (presente nel corso della serata anche il critico Pierluigi Voi) il film d’esordio del regista sloveno Rok Bicek: Class Enemy. Siamo in un liceo della Slovenia, quando un professore tedesco viene chiamato per sostituire l’insegnante in maternità. Un arrivo, questo, che romperà gli equilibri: con i suoi metodi rigidi ed esigenti, il professore sarà accusato dagli alunni di essere la causa del suicidio di una giovane studentessa. Una vicenda che innescherà un violento corto circuito all’interno della classe, un vortice di accuse reciproche che porteranno alla luce vecchi e non ancora superati pregiudizi.

"Il sale della terra"

“Il sale della terra”

Chiude la seconda parte della rassegna, infine, un altro grande titolo. Si tratta de Il sale della terradiretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado. Una pellicola in programma per venerdì 6 febbraio e che racconta l’universo poetico e creativo di un artista del nostro tempo: il fotografo Sebastião Salgado. Dopo aver testimoniato alcuni tra i fatti più sconvolgenti della storia contemporanea, Salgado parte per andare a scoprire territori inesplorati, spinto dal desiderio di omaggiare la bellezza del nostro pianeta. E così la sua vita e il suo lavoro vengono rivelati dallo sguardo di Wenders e del figlio Juliano Ribeiro Salgado, che l’ha accompagnato nei suoi ultimi viaggi.

Tutte le proiezioni si terranno alle 21. A ciascun film proposto sarà garantita la seconda proiezione la domenica o il lunedì sera in funzione della programmazione ordinaria del week-end.

A partire dal 13 di febbraio prenderà il via la terza e penultima parte della rassegna.

Per info: www.cferrari.it

BIGLIETTI - Abbonamento 20 film 40 euro, acquistabile presso la cassa del cinema o presso la Banca di Credito Cooperativo della Valsassina a Galbiate. L’entrata singola è di 5 euro (4 per gli iscritti AVIS Galbiate, C.I.F. Galbiate, Associazione Pensionati Galbiate e Gruppo Alpini M. Barro).

 

Share.

L'autore di questo articolo