ARCHIVIO – Capire la storia del cinema: mercoledì focus sul cinema italiano di genere

0

LECCO – Il cinema italiano di genere è l’argomento del nuovo appuntamento con il corso Capire la storia del cinema. Dopo la chiusura delle rassegne Cinema italiano, oggi e Cinema italiano, off e a più di un mese di distanza dall’intervento a Lecco dello storico del cinema Gian Piero Brunetta, l’associazione Dinamo Culturale propone per mercoledì 4 marzo alle 21 un incontro dal titolo Ascesa e caduta del cinema italiano di genere. Ospite della serata, che si terrà presso il Centro Polifunzionale di Germanedo, sarà il giovane storico del cinema Claudio Bartolini, redattore del settimanale Film Tv e collaboratore del mensile Nocturno, oltre che codirettore della collana Heterotopia per la casa editrice Bietti.

spaghetti westernBartolini, autore tra l’altro di diverse pubblicazioni come Il gotico padano Dialogo con Pupi Avati e Nero Avati Visioni dal set (Le Mani Editore), Il thriller italiano in cento film (Le Mani Editore), Videocronenberg (Bietti Editore) e Macchie solari Il cinema di Armando Crispino (Bloodbuster Editore), prenderà in esame il cinema di genere italiano, con particolare riferimento al periodo storico degli anni Sessanta e Settanta. Un periodo, questo, ricco di opere che, poco considerate dai critici dell’epoca, hanno trovato la loro consacrazione solamente negli ultimi decenni, diventando una fonte d’ispirazione per numerosi autori contemporanei, Tarantino su tutti.

poliziottesco Numerosi i generi che l’industria cinematografica nostrana di quegli anni ha prodotto: dal poliziottesco al giallo all’italiana, dal maccheroni kombat allo spaghetti western, quest’ultimo senza dubbio il genere più fortunato e diffuso, tanto che nel periodo che va dal 1964 (anno di uscita di Per un pugno di dollari) alla fine degli anni Settanta ha potuto contare su una filmografia di oltre 400 film (68 solo nel 1968).

L’incontro è a ingresso libero.

Share.

L'autore di questo articolo