ARCHIVIO – Dal Bonhoeffer di Petruzzelli a “Gino Bartali – Un eroe silenzioso”: il teatro al centro della nuova settimana di “Percorsi nella Memoria”. Gli appuntamenti

0

BRIANZA – Due spettacoli teatrali – uno a Casatenovo e l’altro a Cremella – raccontano storie di chi, in un momento in cui tutto andava drammaticamente in una direzione, sceglie di prendere una posizione, di andare controcorrente. E poi, in una settimana fitta di eventi, la proiezione a Monticello Brianza di Corri ragazzo corri di Pepe Danquart, l’incontro a Villa Greppi con la responsabile del museo del lager di Majdanek Marta Jabłońska e la musica a Barzanò del Clarionet Ensemble della Scuola di Musica A. Guarnieri, in un concerto dedicato ai Bambini di Auschwitz. Inaugurata lo scorso venerdì a Sovico, la rassegna brianzola Percorsi nella Memoria (qui il pieghevole) continua la sua corsa e lo fa, come sempre, toccando diversi comuni del Consorzio Villa Greppi, ente promotore dell’iniziativa.

Un cartellone di appuntamenti di cui vi abbiamo già parlato, organizzato in occasione del Giorno della Memoria, curato dal consulente storico del Consorzio Daniele Frisco e incentrato, quest’anno, sul tema La scelta dei Giusti (qui il nostro articolo di presentazione con tutte le anticipazioni su questa edizione e le dichiarazioni dei protagonisti). Un’iniziava, ancora, che come detto sta crescendo di anno in anno e che proseguirà sino all’8 di febbraio.

Gli appuntamenti dal 22 al 27 gennaio 2020

Venendo agli eventi imminenti, ad aprire questa nuova settimana di appuntamenti è il comune di Casatenovo, che mercoledì 22 alle 21 (nella Sala polifunzionale “La Colombina”) ospiterà il secondo spettacolo dell’intero programma: dopo “Joffo – Parrucchiere”, andato in scena sabato a Cassago Brianza, questa volta tocca a “GINO BARTALI – UN EROE SILENZIOSO”, una produzione Luna e GNAC Teatro. In scena la storia del campione del ciclismo Gino Bartali: un uomo famoso per la sua carriera sportiva e di cui qui si ripercorre un aspetto meno noto. Riconosciuto Giusto tra le Nazioni dallo Yad Vashem di Gerusalemme, durante il dramma della deportazione Bartali ha fatto parte, infatti, della rete clandestina organizzata dall’arcivescovo di Firenze Elia Dalla Costa con l’intento di salvare intere famiglie di origini ebraiche.

Si fa tappa nella biblioteca di Monticello Brianza, invece, giovedì 23 gennaio alle 21, quando è in cartellone la proiezione di “Corri ragazzo corri” di Pepe Danquart, film che sarà preceduto, come sempre, da una breve introduzione storica a cura del direttore scientifico Frisco. Ambientata in Polonia negli anni della guerra e della violenza nazista, la pellicola ha per protagonista un bambino di otto anni, figura ispirata a Yoram Fridman, un ragazzo ebreo che, spinto da un forte spirito di sopravvivenza, riesce a fuggire dal ghetto di Varsavia. Povero, affamato e senza protezione, questo bambino si nasconderà nei boschi e lungo la strada incontrerà contadini che, di volta in volta, sceglieranno di aiutarlo.

Di nuovo teatro protagonista della serata di venerdì 24 gennaio alle 20.45, quando la Sala Parrocchiale Giovanni Paolo II di Cremella ospiterà l’attore Pino Petruzzelli, autore e interprete di “L’ULTIMA NOTTE DI BONHOEFFER”, produzione Teatro Ipotesi. Lo spettacolo è un monologo che mette in scena, come anticipa il titolo, l’ultima notte di vita del teologo Dietrich Bonhoeffer, pastore luterano morto nel Lager di Flossenbürg per aver partecipato alla resistenza contro Hitler e predicato a favore dell’assunzione di responsabilità. Un uomo che, com’è nel tema dei Percorsi 2020, ha fatto una scelta: quella di andare in direzione opposta alla maggioranza delle persone.

Si torna a Monticello Brianza, precisamente nell’Antico Granaio di Villa Greppi, domenica alle 16.30, quando è in programma l’incontro dal titolo “CUSTODIRE LA MEMORIA”. Protagonista sarà Marta Jabłońska, responsabile del museo del lager di Majdanek qui chiamata a riflettere sulla politica della memoria. In particolare, è proprio in questo campo situato nei pressi di Lublino che il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha recentemente reperito le schede di registrazione di oltre 4.000 Internati Militari Italiani transitati nel campo nei mesi successivi alla Liberazione. Un materiale che, grazie a un accordo siglato con il Museo, verrà presto analizzato e pubblicato.

Accanto agli eventi aperti al pubblico, segnaliamo che lunedì 27 gennaio alle 10.30 le scuole elementari di Barzanò ospiteranno il concerto “I BAMBINI DI AUSCHWITZ”, a cura del Clarionet Ensemble della Scuola di Musica A. Guarnieri del Consorzio. Un incontro musicale, questo, che vuole ricordare una tragedia che ha coinvolto circa un milione e mezzo di bambini, uccisi dai nazisti dentro e fuori i campi di concentramento.

INFORMAZIONI – Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Per conoscere l’elenco completo degli appuntamenti consultare il sito www.villagreppi.it. Al seguente collegamento è possibile sfogliare il pieghevole dettagliato: https://ita.calameo.com/read/00110650808c6babe88d9?page=1

Share.

L'autore di questo articolo