ARCHIVIO – “I Luoghi dell’Adda”: nel Parco Penne Nere di Monte Marenzo “La commedia degli errori” di Shakespeare, qui diretta da Eugenio Allegri

0

MONTE MARENZO – Scambio di identità, gag, giochi di parole in una commedia che è tra le prime scritte da William Shakespeare. La commedia degli errori va in scena nel suggestivo scenario del parco Baita Penne Nere di Monte Marenzo, dove sabato 2 giugno alle 20 prende forma la vicenda che ha per protagoniste due coppie di gemelli in tutto e per tutto identici, separati alla nascita. Un gioco degli equivoci fatto di scambi di persone e fraintendimenti, qui prodotto da Compagnia LOMBARDI-TIEZZI e FILOSTOCCOLA e diretto da un grande nome del teatro italiano: Eugenio Allegri.

Eugenio Allegri

Appuntamento di apertura dell’edizione 2018 de I luoghi dell’Adda di Teatro Invito (qui l’articolo di presentazione della kermesse), lo spettacolo porta in scena la coppia di attori Daniele Marmi e Alessandro Marini: due soli attori, quindi, «per giocare – come anticipano le compagnie – con lo sfrenato meccanismo drammaturgico degli equivoci e perché alle peripezie dei protagonisti della “commedia degli errori” si affianchi la storia di due amici che trovano nel Teatro il punto di incontro più alto».

Un adattamento liberamente tratto dal testo shakespeariano, andato i scena in prima assoluta il 30 maggio ad Arezzo e già inserito nel cartellone de I luoghi dell’Adda. Uno spettacolo, ancora, che stando alle anticipazioni parte dallo scritto del Bardo per provare a riflettere su come la ricerca dell’altro possa leggersi, oggi, come un’angosciosa ricerca di se stessi: un’allegoria, questo il suggerimento della produzione, di un essere umano sempre più straniato da sé e dagli altri, che corre contro il tempo ed è posseduto dall’errore.

«I due protagonisti – scrive Allegri nei primi appunti di regia – non denunciano il loro stato di attori – altri da sé – bensì di esseri umani in quanto tali, con le proprie necessità, ansie, debolezze, follie, ilarità, scontri, malesseri, inquietudini, collere; tutto ciò insomma che accade ai giovani che affrontano da soli, senza cercare una guida, la propria vita. Grazie alla visione di un destino gioioso, non disdegnano di misurarsi con la propria adolescenza, magari appena trascorsa, per ridisegnare continuamente il futuro che li aspetta. Da quell’adolescenza scaturisce, quasi inconsapevolmente, il gioco del teatro dove, nel bene e nel male, si sperimenta la realtà delle cose e talvolta si fanno degli errori. La commedia degli errori può dunque essere interpretata da due soli attori e questo non avviene attraverso il trito meccanismo del teatro nel teatro, stratagemma ormai tristemente consumato per denunciare presunte o reali impossibilità produttive o artistiche. La condizione dei due protagonisti è vera, reale ed esprime – conclude il regista e attore – un bisogno, una necessità giovanile di rapportarsi all’altro, di scoprire l’altro e altro nell’altro».

INFORMAZIONI – Lo spettacolo è a ingresso libero. Alle 17 è in programma la visita guidata alla Chiesa di Santa Margherita (ritrovo alla Biblioteca) e, al termine della rappresentazione, cena a cura del Gruppo Alpini (prenotazione obbligatoria tel. 0341.1582439. Costo 10 euro). In caso di cattivo tempo saranno cancellate sia la visita guidata sia la cena, mentre lo spettacolo si terrà alle 21 nella Sala Civica del Municipio.

Share.

L'autore di questo articolo