ARCHIVIO – “I Luoghi dell’Adda”: nel weekend “Il bar sotto il fiume” a bordo dell’Addarella e una rilettura di “Romeo e Giulietta” targata Stivalaccio Teatro

0
  1. IMBERSAGO – La voce narrante di Valerio Bongiorno e le musiche di Gabriele Bernardi insieme nel tradizionale appuntamento sull’Addarella, mentre va in scena a Calco l’irriverente rilettura di Romeo e Giulietta a cura di Stivalaccio Teatro. Questi gli appuntamenti di un nuovo weekend in compagnia de I Luoghi dell’Adda, la rassegna curata da Teatro Invito e che sta portando il teatro in alcuni dei luoghi più belli del fiume lombardo.

Si parte con uno degli eventi simbolo del festival: lo spettacolo/crociera sul fiume Adda (a bordo dell’Addarella) in programma per venerdì 21 giugno alle 20 e alle 21.30, con partenza da Imbersago. Protagonista di quest’anno Il bar sotto il fiume: Valerio Bongiorno e il musicista Gabriele Bernardi trasporteranno i presenti in un viaggio alla scoperta dei testi di alcuni dei più grandi autori umoristici italiani, da Stefano Benni ad Achille Campanile, da Carlo Emilio Gadda a Giovannino Guareschi, fino ad arrivare a Delio Tessa. Letture, queste, che saranno alternate a pezzi di grandi della canzone italiana come Jannacci e Dalla. I posti sono esauriti, per le liste d’attesa scrivere a segreteria@teatroinvito.it. Il costo è di 10 euro.

Ci si sposta a Calco, precisamente all’Arena di Arlate, sabato 22 alle 21.15 per Romeo e Giulietta, spettacolo con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello su testo scritto e diretto dallo stesso Zoppello. La pièce di Stivalaccio Teatro conduce nella Venezia del 1574, dove due improbabili saltimbanchi, Girolamo Salimbeni e Giulio Pasquati, vengono incaricati di mettere in scena per Enrico III – futuro re di Francia – la vicenda di Romeo e Giulietta. Una rilettura dell’opera shakespeariana: con il suo stile irriverente e scanzonato e coinvolgendo il pubblico in un mix di improvvisazioni, duelli e pantomime, Stivalaccio Teatro si mette alla prova con un classico che, come affermano dalla compagnia, diventa materia viva nel quale immergere le mani, per portare sul palco, attraverso il Teatro Popolare, le grandi passioni dell’uomo. L’ingresso è libero e gratuito e in caso di pioggia ci si sposterà nella Sala Civica di Via Volta.

Share.

L'autore di questo articolo