ARCHIVIO – “I luoghi dell’Adda” omaggia la Milano degli anni Sessanta e Settanta: a Verderio musica e parole con lo spettacolo “Vengo anch’io”

0

VERDERIO – La Milano degli anni Sessanta e Settanta: una città di fermento culturale, ambiente in cui hanno convissuto grandi nomi della musica e dello spettacolo, da Enzo Jannacci a Dario Fo, passando per Giorgio Gaber. I luoghi dell’Adda, la kermesse organizzata da Teatro Invito e che sta portando il teatro in luoghi di fascino posti lungo il fiume lombardo, fa tappa nel Parco del Nettuno di Verderio: un appuntamento che sabato 15 giugno, a partire dalle 21.15, avrà per protagonista uno spettacolo tra musica, poesie e letture. Si tratta di Vengo anch’io!: un tuffo, come anticipato, nel fermento culturale milanese di ormai qualche decennio fa, straordinario periodo che ha portato alla ribalta un gruppo di colleghi, certo, ma soprattutto di amici, che vivevano in una città che ha dato voce anche a personalità del calibro di Nanni Svampa, Ivan della Mea, Herbert Pagani, Giorgio Strehler, Beppe Viola e Alda Merini.

Ad alternarsi sul palco allestito nel parco saranno, nello specifico, l’attore e regista Luca Radaelli e i musicisti Maurizio Aliffi, Luca Pedeferri e Enrico Fagnoni, il tutto in una grande festa che farà rivivere un’epoca, una città e degli artisti che sono stati fondamentali per l’arte e la cultura italiane. Si incontreranno, di parola in parola e di canzone in canzone, personaggi popolari e leggendari allo stesso tempo: dalla Rita a el commissari, dalla Nineta al Cerutti, che «condurranno i presenti – spiegano da Teatro invito – in una passeggiata sul filo tra canzonetta e letteratura, tra teatro e divertissement, tra satira e nostalgia».

INFORMAZIONI – L’ingresso è libero. In caso di pioggia ci si sposterà nella palestra della scuola Collodi, Via dei Municipi 2. Qui il nostro articolo sulla kermesse di Teatro Invito.

Share.

L'autore di questo articolo