Il meglio del teatro amatoriale torna in scena con il “Festival Nazionale di Teatro Città di Merate”. Le anticipazioni sulla 4^ edizione

0

MERATE – Ci saranno quattro tra le migliori compagnie non professionistiche italiane, selezionate dalla commissione artistica tra 107 realtà provenienti da tutto lo Stivale e pronte a esibirsi sul palco dell’Auditorium Giusi Spezzaferri di Merate. E ci sarà, questa è la novità della quarta edizione, anche una sezione speciale denominata OltreFestival e in programma allo Spazio50, sede della compagnia Ronzinante Teatro: tre appuntamenti che vedranno alternarsi altrettante compagnie che non hanno trovato spazio nel cartellone degli spettacoli in concorso ma che meritavano, così precisano gli organizzatori, un palco su cui esibirsi. Si arricchisce di edizione in edizione il Festival Nazionale di Teatro Città di Merate, la manifestazione organizzata da Ronzinante e che grazie al sostegno del Comune di Merate porta nella città brianzola il meglio del teatro amatoriale italiano.

Ottobre e novembre i mesi che saranno coinvolti da una rassegna che, come sempre, vedrà gareggiare le compagnie selezionate e in arrivo da diverse località italiane – dal napoletano al leccese, da Ostia a Verona – e che si chiuderà il 30 di novembre,  quando verranno assegnati i premi per le varie categorie e andrà in scena il duo comico DalFiume-Dondarini, lanciati dalle trasmissioni Zelig ed Eccezionale Veramente. Un festival, questo meratese, che come vi abbiamo già raccontato lo scorso anno intende dare spazio a quelle compagnie che, pur senza farne una professione, amano il teatro e portano in scena spettacoli di qualità, sottolineando il valore di un buon teatro amatoriale (qui una nostra intervista sul tema al direttore del festival Emiliano Zatelli).

GLI APPUNTAMENTI – Scorrendo il programma, si parte venerdì 4 ottobre alle 21 con OltreFestival e la compagnia Maskere di Opera (MI), che presenterà la commedia Serata Omicidio: un omicidio viene preannunciato su Internet. L’assassino comunica giorno, ora e luogo in cui verrà commesso il crimine. L’indirizzo risulta essere quello di una giovane donna, appena trasferitasi nel nuovo appartamento, che non prende sul serio la vicenda. Eppure, la sera in questione, alcuni personaggi bizzarri e inattesi si recano sulla “scena del crimine”, ognuno spinto da motivazioni diverse.

Sabato 12 ottobre alle 21 tocca al primo spettacolo in concorso: From Medea dalla Compagnia Incontri di Portici (NA), già vincitrice dell’edizione 2017 del Festival: in scena quattro donne condannate per avere ucciso i propri figli e ora in un carcere “correttivo”. «Donne – spiegano dal festival – che si raccontano. Donne che si affrontano. Donne morte che sopravvivono. Donne che non vanno mai lasciate sole».

Si torna allo Spazio50 venerdì 18 ottobre alle 21, quando OltreFestival ospita i Mattattori di Buguggiate (VA), in scena con uno dei testi più famosi della coppia Dario Fo-Franca Rame: Coppia aperta, quasi spalancata, commedia all’italiana che racconta la tragicomica storia di una coppia di coniugi, figli del sessantotto e del mutamento della coscienza civile del Belpaese. «L’evoluzione del matrimonio borghese – spiegano ancora – è visto alla luce delle riforme legislative degli anni Settanta e le trasformazioni dei nuclei familiari e del loro andamento dal punto di vista socio-antropologico».

Secondo spettacolo in concorso (domenica 27 ottobre alle 17.30) Il Gioco, thriller portato sul palco dalla compagnia pugliese Calandra Teatro di Tuglie (LE): l‘auto di Alfredo, commesso viaggiatore, si guasta fuori città, presso una villetta isolata. Quattro amici, funzionari di giustizia, popolano questa casa ogni sera, ‘giocando’ a fare un tribunale diverso dal loro lavoro di ogni giorno. E qui comincia un gioco, divertente e allegro, con Alfredo che accetta di fare l’imputato. «Tra barzellette , brindisi goliardici, comincia un vero e proprio gioco di specchi, dove si setaccia e si viviseziona la vita di Alfredo fino a scoprire un particolare, un neo, che via via si allarga, diventando metastasi… Ma si tratta veramente solo di un gioco?».

Sabato 9 novembre alle 21 è la volta del terzo appuntamento del Festival con la commedia romanesca Amori da morire, portata in scena dall’Associazione Culturale Opera di Ostia (Roma). Nelle camere di un hotel romano si intrecciano vite, amori e intenti criminali dei tre personaggi, uniti tra loro da legami forti. «Una commedia divertente capace di mettere a nudo le difficoltà all’interno e all’esterno della coppia. Un Valzer ballato in tre, dove le sorprese e i ripensamenti si susseguono senza soluzione di continuità, per approdare ad un finale senza dubbio inaspettato».

Ultimo appuntamento allo Spazio50 quello fissato per venerdì 15 novembre alle 21, quando ospite sarà una compagnia del territorio: si tratta di Rataplan di Garlate, in scena con La mia miglior nemica: quattro donne inseguono i loro sogni affinché un giorno non sia uguale all’altro, nel tentativo di lasciare alle spalle quella che è la loro miglior nemica, la follia.

Ultimo spettacolo in concorso domenica 24 novembre alle ore 17.30, quando Teatro Impiria di Verona porta in scena la commedia in costume Bon Mariage: nella Francia dell’Illuminismo, Monsiuer Batteux ed il Marchese Parraunet sono due appassionati filosofi che si trovano finemente ad argomentare sugli aspetti del matrimonio ed il suo contrario. «Ma ogni loro teoria viene regolarmente mandata all’aria dalle figure femminili che si abbattono come cataclismi su quello che vorrebbe essere un tranquillo pomeriggio: la moglie risoluta nel voler redimere il marito libertino, la figlioletta adolescente che avanza con impeto negli inesplorati territori dell’amore, la giovane amica che l’amore invece lo provoca ed una affascinante profittatrice che fa della seduzione un’affilata arma».

Chiusura del Festival affidata, come sempre, alla cerimonia di premiazione: sabato 30 novembre alle 21 verranno assegnati i riconoscimenti per le varie categorie e si assisterà all’esibizione del duo comico composto da Marco Dondarini e Davide Dalfiume.

INFORMAZIONI – Gli abbonamenti sono già acquistabili: per info e prenotazioni 335.5254536, info@ronzinante.orgIl Flâneur è media partner della kermesse ed è presente in giuria: di settimana in settimana vi racconteremo tutti gli spettacoli in cartellone.

Share.

L'autore di questo articolo