ARCHIVIO – L’amore raccontato davanti a un bicchiere di vino: “I Luoghi dell’Adda” porta a Cornate “Veglia d’amore e diVino”

0

CORNATE D’ADDA – Si parlerà dell’amore, da quello poetico a quello più sensuale, dall’amore per un figlio alla passione civile. E per farlo in modo più schietto si berrà del buon vino e si ascolterà della musica. Il prossimo appuntamento con I luoghi dell’Adda, il festival di teatro e musica promosso da Teatro Invito con il contributo di Acel Service, porta a Cornate d’Adda, precisamente a Villa Sandroni (frazione Colnago ), una produzione targata Teatro delle Forme.

veglia-formeSi tratta di Veglia d’amore e diVino, spettacolo fissato per giovedì 22 giugno alle 19, in orario aperitivo, e che sarà soprattutto un momento di socialità e di scambio tra attori e spettatori, qui insieme nel degustare il vino. Ideato e diretto da Antonio Damasco, lo spettacolo vedrà in scena lo stesso Damasco accompagnato da Valentina Padovan e dalla fisarmonica di Luca Pedeferri.

In continuo divenire, Veglia d’amore e diVino muta di sera in sera a seconda del rapporto che si crea con il pubblico e del numero di bicchieri rimasti vuoti: così anche a Cornate gli attori si muoveranno nello spazio, brinderanno con i presenti, divideranno con loro le bottiglie e parleranno, come detto, del tema che tutto muove, l’Amore.

«Cinque bicchieri di vino – così dalla compagnia torinese – per raccontare dell’Amore, in tutte le sue declinazioni: dall’Amore alto, poetico e visionario della testa, alla parte più bassa, carnale e terrena del corpo umano. Cinque brindisi – ancora – per cinque stazioni: ogni bicchiere segna una particolare emozione comica, grottesca o tragica. L’amore più intellettuale, per il popolo, la vita, la libertà, come quello più vitale, per il cibo e per il gusto; l’amore più romantico e passionale, per il proprio amato o quello più viscerale, per il proprio figlio; da ultimo l’amore materiale e carnale, pulsione sessuale allo stato puro che abita il basso corporeo».

INFORMAZIONI - Prenotazione obbligatoria chiamando il numero 346.5781822 o scrivendo a segreteria@teatroinvito.it. Biglietti: spettacolo + aperitivo 7 euro.

Share.

L'autore di questo articolo