ARCHIVIO – Robbiate: nel parco di Villa della Concordia va in scena “Il cappotto” di Gogol

0

ROBBIATE – Il parco di Villa della Concordia di Robbiate farà da cornice alle vicende di Akakij Akakievič Bašmačkin, l’umile protagonista de Il cappotto di Gogol, che nella serata di sabato 7 giugno sarà interpretato da Giovanni Argante. Quarto appuntamento con la rassegna di musica e teatro I Luoghi dell’Adda promossa da Teatro Invito, lo spettacolo porterà in scena, a partire dalle 21.15, il racconto di uno dei maggiori scrittori della letteratura russa, adattato da Paola Surace e diretto da Mario Moretti.

Al centro della vicenda la storia di un piccolo impiegato, il burocrate Akakij Akakievic, personaggio la cui esistenza sembra essere caratterizzata quasi esclusivamente dal suo alienante e poco retribuito lavoro di copista. Un unico e semplice desiderio lo guida: quello di risparmiare qualche solto per potersi acquistare un cappotto nuovo, che possa coprirlo durante il rigido inverno di San Pietroburgo e che possa garantirgli, finalmente, il rispetto di colleghi e superiori. Un sogno piccolo ma grande insieme: perché un semplice cappotto diventa, per il personaggio gogoliano, simbolo di una vita migliore, di riscatto, di felicità. Una felicità che, se pur per brevissimo tempo, Akakij Akakievic raggiungerà, per poi vederla nuovamente e definitivamente svanire. Un epilogo che parrebbe tragico, ma al quale Gogol regala un tocco finale quasi fantastico, sicuramente surreale.

giovanni argante

Giovanni Argante

Un racconto, Il cappotto, che per l’occasione diviene soliloquio: «per la nostra riduzione – spiegano, infatti, gli autori – si è scelta la forma del monologo, proprio per focalizzare l’attenzione sul sentire di Akakij. Il monologo vuole essere un viaggio attraverso la vita interiore, attraverso i pensieri del protagonista e le sue emozioni, quelle di un uomo che sembra non avere il diritto alla felicità, eppure la raggiunge. Akakij – proseguono – è un po’ ciascuno di noi: tutti ci ritroviamo nella sua sofferenza e nella speranza che un piccolo accadimento possa illuminare la nostra vita».

L’ingresso è gratuito. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà nella sala consiliare di Robbiate.

 

 

Share.

L'autore di questo articolo

Valentina Sala

È la flaneuse che non smette mai di flaneggiare (?): in continuo vagabondaggio tra luoghi (certo) e soprattutto nuovi progetti da realizzare, dirige il giornale in modo non proprio autoritario (!). Ideatrice e cofondatrice de Il Flâneur, non si accontenta di un solo lavoro. Giornalista, ufficio stampa culturale, insegnante di Comunicazione, indossa l’uno o l’altro cappello a seconda delle situazioni. Laureata in Editoria con il massimo dei voti, ama approfondire il rapporto tra città e letterati (sua, infatti, la tesi sulla Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth), i romanzi che raccontano un’epoca, i film di François Truffaut, le grandi città e, naturalmente, il viaggio flaneggiante, specie se a zonzo per le strade d’Europa. Per contattarla: valentina.sala@ilflaneur.com