ARCHIVIO – “Teatro per le Famiglie”: domenica va in scena “La gabbianella e il gatto”

0

LECCO – Uno spettacolo tratto dalla celebre favola di  Luis Sepúlveda Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, in programma per domenica 15 novembre alle 16. Si apre con la rassegna di Teatro per le famiglie la stagione 2015-2016 del Teatro della Società di Lecco: un appuntamento che domenica porterà in scena lo spettacolo prodotto da Assemblea Teatro La Gabbianella e il Gatto, diretto da Renzo Sicco. Un nuovo omaggio, quindi, allo scrittore cileno, che giusto lo scorso mese ha ritirato, proprio sul palco del Teatro della Società, il Premio Manzoni alla Carriera 2015.

gabbianella4-1-300x200La storia è nota: rimasta orfana, la piccola gabbianella viene cresciuta ed educata da un gatto, Zorba, che dovrà trovare il modo per insegnarle a fare ciò che, in realtà, è nella sua natura, ossia volare. Un gatto che vuole tenere fede alla promessa fatta a Kengah, la gabbiana morta perché avvelenata da una macchia di petrolio nel mare, e che per farlo coinvolge altri amici coraggiosi, il tutto in una favola che, in perfetto stile di Sepúlveda, vuole lanciare un messaggio universale all’uomo contemporaneo, colpevole nei confronti di una natura sempre più sofferente.

gabbiana_044Lo spettacolo porta in scena, quindi, immagini e parole, disegni e voci, il tutto unito a musiche composte da Matteo Curallo per fondersi con il racconto, fare da porte tra i vari elementi presenti. «Necessario ascoltare e guardare – anticipano dalla compagnia – per lasciarsi sorprendere dal gioco in cui i gatti prendono vita attraverso una esilarante Cristiana Voglino. Ora Segretario, ora Zorba, ora piccola gabbianella, a ogni personaggio un accento, un carattere particolare, che conduce dritti dritti tra gli sviluppi del racconto. Dietro a lei – continuano – i disegni di Monica Calvi danno forma alle parole, le animano rendendole concrete». Infine, intorno a un tavolo-uovo, ecco muoversi Pietro Del Vecchio e Andrea Castellini, «gatti che invitano a tuffarsi in una storia tonda, capace di catturare grandi e piccini attraverso il divertimento e la sincera emozione».

INFORMAZIONI – Lo spettacolo è consigliato a bambini dai 5 anni in su. Biglietti: 5 euro. La biglietteria è aperta ancora venerdì 13 novembre (10-14) e domenica 15 novembre (15-16).

Per conoscere il calendario completo della rassegna cliccare qui.

Share.

L'autore di questo articolo