Con “Immagimondo” il mondo è “a Lecco”. Quasi 30 eventi per un fine settimana che ospita anche il musicista e scrittore Massimo Zamboni

0

LECCO – Una trentina di appuntamenti tra incontri con viaggiatori e scrittori, proiezioni e, soprattutto, la serata in compagnia del musicista e scrittore Massimo Zamboni per l’atteso fine settimana de “Il mondo a Lecco”. Da venerdì 23 a domenica 25 settembre il centro cittadino si anima con un cartellone fitto di eventi di qualità, tutti nell’ambito della 25^ edizione di Immagimondo, il festival di viaggi, luoghi e culture promosso Les Cultures OdV e che fino al 2 ottobre 2022 “Immagimondo” darà una nuova lettura dei luoghi che consideriamo “casa”, guidando alla scoperta di un’Italia minore, inedita, da guardare da una nuova prospettiva.

Dopo una prima settimana di eventi tra Lecco e Malgrate, ad aprire il weekend è la giornata di venerdì 23 settembre, quando il cortile di Palazzo Belgiojoso di Lecco (in caso di maltempo Spazio Oto Lab) ospita, alle 18.45, l’incontro “La fabbrica della nebbia. Piccolo viaggio sentimentale dentro quel che cancella e svela” con Gino Cervi, autore dell’omonimo libro edito da Ediciclo. Arricchito dall’accompagnamento musicale del cantautore (Targa Tenco nel 1996), scrittore e poeta Claudio Sanfilippo, l’evento racconterà la nebbia e, in particolare, cosa voglia dire nascere in un luogo in cui questa si produce in serie ed è presenza quotidiana e familiare. Una presenza da conoscere, quasi poetica, che insieme minaccia e protegge, nasconde e svela. Si raggiunge lo Spazio Oto Lab alle 21, quando tocca alla proiezione di “Voci d’acqua” di Fabio Pasini, presente all’evento. Un documentario, questo, che dal fiume Taro conduce alla confluenza con il Po e raggiunge, infine, il mare: «un viaggio – così gli organizzatori – lungo le acque del Grande Fiume, i suoi argini e i paesi diradati sulle sue rive e lungo un paesaggio apparentemente monotono e invece sempre diverso, in continua trasformazione». A raccontarlo saranno le immagini e le storie vissute, con i pensieri dei protagonisti che, con voce fuori campo, raccontano se stessi e il loro bisogno di vivere territori dove la natura offre ancora spazi selvaggi.

Inaugurata lo scorso venerdì, resta aperta fino al 9 ottobre, poi, l’esposizione Archetipi fotografici. Sguardi sul territorio di Lecco dall’Archivio Touring, realizzata in collaborazione con il Touring Club Italiano, curata dall’agenzia Prospekt e allestita alla Torre Viscontea. Una sessantina di scatti selezionati all’interno dell’archivio storico del TCI per riscoprire la storia e l’evoluzione del territorio lariano e per indagare come queste fotografie abbiano contribuito a costruire l’immaginario che pone il lago di Como ai primi posti nella classifica dei luoghi più affascinanti del mondo. Si resta sempre in tema di mostre con Cenere e fiori d’autunno, esposizione allestita in piazza Garibaldi dal 24 settembre al 9 ottobre (inaugurazione sabato 24 alle 11 in loco, in caso di maltempo sala conferenze del Palazzo delle Paure) e realizzata sempre in collaborazione con Prospekt. Una selezione di scatti, la mostra, che la fotografa e videografa Gaia Squarci – docente di Digital Storytelling all’International Center of Photography di New York – ha dedicato a Stromboli, uno tra i vulcani più attivi del mondo. Ed è sempre la fotografia la protagonista dell’esposizione “L’approdo italiano” di Francesca di Monte, che per due giorni – sabato 24 e domenica 25, dalle 10 alle 18, piano terra di Palazzo delle Paure – racconta di uomini e donne che non sono nati in Italia ma che, per i motivi diversi, l’hanno scelta.

Gli appuntamenti di sabato pomeriggio

Venendo agli appuntamenti di sabato pomeriggio, ben undici gli incontri dislocati tra diverse location del centro cittadino. Una carrellata che si apre alle 14.45 con la presentazione (nella sala conferenze di Palazzo delle Paure) del libro “Binario est” che il fotografo e videomaker Marco Carlone (Bottega Errante Editore) ha dedicato alla ferrovia che collega le coste della Dalmazia ai Carpazi ucraini e con la proiezione, in Sala Ticozzi, del documentario “Venezia altrove” di Elia Romanelli, viaggio alla scoperta di quei luoghi che, sparsi per l’Europa, prendono il nome di “Venezia”. Ci si avventura in un trekking urbano da Germanedo a Rancio “Alla scoperta dei corsi d’acqua”, invece, alle 15: un percorso di 5,6 km, curato da Eco Urban Walk (costo 5 euro, a favore di Legambiente Lecco. Biglietti su Eventbrite) e adatto a tutti (partenza: Parco dell’Eremo di via Belfiore). Sempre alle 15, ma nella sala conferenze di Palazzo del Commercio, la cicloviaggiatrice Vincenza Lofino racconta i quasi 4.000 km che ha percorso in bicicletta e in solitaria tra Tunisia e Italia con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di ResQ – People Saving People.

Alle 15.30, all’ingresso del Palazzo del Commercio, un laboratorio per bambini dai 4 ai 6 anni realizzato in collaborazione con Le Guide di Pimpa e dal titolo “Su e giù per l’Italia con le guide di Pimpa”, per conoscere alcune città italiane attraverso giochi e attività, mentre ci si dà appuntamento alle 16.15 (nella sala conferenze di Palazzo delle Paure) per la presentazione di “The Passenger – Napoli in compagnia del caporedattore di The Passenger Marco Agosta e del giornalista Cristiano de Majo. Stessa ora, ma in Sala Don Ticozzi, la proiezione di “Va’ Sentiero. Alla scoperta del Sentiero Italia” del videomaker Andrea Buonopane, presente all’evento: un racconto, questo, di un sentiero che cavalca le montagne di tutto lo Stivale.

“Deepland”

Fissato per le 16.30 nella sala conferenze del Palazzo del Commercio, invece, il dialogo tra lo scrittore di lingua tedesca Sepp Mall e lo scrittore di lingua slovena Dušan Jelinčič sul tema “L’Italia e le sue minoranze linguistiche”, moderato dal giornalista e scrittore Graziano Graziani: un incontro per provare a capire cosa significhi essere scrittori di una minoranza linguistica e quali siano le eventuali difficoltà nell’essere riconosciuti nel panorama letterario nazionale. Alle 17.45 appuntamento, invece, con due reportage: nella Sala Conferenze del Palazzo delle Paure la fotografa Federica Di Giovanni dialoga con il geografo Stefano Malatesta e presenta il suo viaggio alla scoperta delle “Isole d’Inverno”, isole minori italiane documentate durante la bassa stagione, mentre in Sala Don Ticozzi spazio a “Deepland” della fotografa siciliana Roselena Ramisella, che ha percorso a dorso di mulo gli antichi sentieri siciliani.

Graziano Graziani

Chiude il ricco pomeriggio di incontri la presentazione di “A Venezia. Da Brodskij a Bolaño” di Graziano Graziani (Perrone), conduttore di Fahrenheit su Rai Radio 3 che con questo libro racconta la Venezia dei poeti e ne rovescia l’immagine dei souvenir e del lusso esclusivo (alle 18, Sala Conferenza del Palazzo del Commercio).

Massimo Zamboni allo Spazio Oto Lab in “Con voce di popolo. Dialoghi e canzoni dalla piccola patria alla patria attuale”

Sabato 24 settembre alle 21 si raggiunge lo Spazio Oto Lab per quello che è uno tra gli appuntamenti di punta dell’intera edizione del festival: la serata in compagnia del già chitarrista, fondatore e compositore dei CCCP e CSI Massimo Zamboni, a Lecco con il suo “Con voce di popolo. Dialoghi e canzoni dalla piccola patria alla patria attuale”. Un ritorno a Immagimondo, quindi, per Zamboni, questa volta alle prese con un racconto tra parole e musica tratto dal suo libro La trionferà e dal suo album La mia patria attuale, Con voce di popolo. Un ragionamento, il reading musicale, sull’idea di Patria: quella piccola, dei paesi e delle province di appartenenza, e quella grande, che assume il contorno geografico della penisola. Dialoghi e canzoni, quindi, per uscire dalla solitudine in un momento in cui sembra prevalere la mancanza di fiducia, di affezione, di speranza: un quadro sconfortante ma in cui trova posto – all’incrocio tra la rabbia e la disillusione, l’incanto e lo sforzo – la voce del musicista o dello scrittore, che consente di avvicinare quotidianamente un’Italia che sogna, lavora, si offre, studia, sorprende, ci prova.

Gli appuntamenti di domenica pomeriggio

Ricchissimo anche il pomeriggio di domenica, tra trekking urbano, presentazioni di libri, reportage e conferenze. Si parte alle 14.30 con una programmazione che propone quattro appuntamenti in contemporanea, tra cui il secondo trekking a cura di Eco Urban Walk, questa volta dal Giardino Pubblico Belvedere a Pescarenico “Alla scoperta degli alberi” (3,4 km. Costo 5 euro a favore di Legambiente Lecco. Biglietti su Eventbrite). In sala conferenze del Palazzo delle Paure, invece, il dialogo tra Fabio Marzano (autore di “Racconti delle Piante”, EDT), Giustino Ballato e Rossella Vayr (autori di “Guida ai vivai d’Italia”, ADD) e Antonio Bossi (Responsabile dell’area Educazione allo Sviluppo Sostenibile della Cooperativa Sociale Eliante di Milano) sul tema “Storie di uomini e piante”. In sala conferenze di Palazzo del Commercio spazio alla presentazione di “Montagne di Mezzo” (Einaudi) di Mauro Varotto, volume che traccia i contorni di un’idea nuova di territorio e che dà valore a realtà minori, in posizione intermedia tra vette celebrate e fondivalle congestionati. Infine, ultimo incontro delle 14.30, quello che porta in Sala Don Ticozzi la presentazione di “Vento della seta” di Daniele Ventola (Ediciclo Editore), cammino antropologico da Venezia verso Pechino: 12.000 km attraverso Italia, Slovenia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Turchia, Georgia, Azerbaijan, Kazakistan, Uzbekistan, Tajikistan, Kirghizistan fino ai margini della Cina.

Dopo il “Viaggio in Italia con Gianni Rodari”, letture giocose per bambini dai 6 ai 10 anni fissate per le 15 al Piano terra di Palazzo delle Paure (a cura di Leggere per gioco), alle 16 si riparte con la presentazione di “Ritorno alle foreste sacre” di Lorenzo Colantoni (Laterza. In Sala conferenza di Palazzo delle Paure) – itinerario in un Giappone meno conosciuto e alla riscoperta di un antico modello di convivenza tra uomo e natura – e di “Sindrome Italia” di Tiziana Vaccaro ed Elena Mistrello (Becco Giallo Editore, in sala Don Ticozzi), parole e immagini che raccontano la vita delle donne migranti dell’Est Europa impiegate in Italia come assistenti familiari. Sempre alle 16, ma nella Sala conferenze di Palazzo del Commercio, l’incontro dal titolo “Cultura, strumento di valorizzazione territoriale. Esperienze a confronto”, con protagonisti Velasco Vitali (pittore e sculture, responsabile dell’attività artistico culturale degli ArchiViVitali di Bellano), Oliviero Ponte di Pino (autore di libri, giornalista, docente universitario che si occupa per lo più del management di eventi culturali) e Giovanni Busetto (direttore artistico del Festival Ambria Jazz, Ponte in Valtellina).

A chiudere il lungo fine settimana lecchese sono, infine, i tre appuntamenti fissati per le 17.30 di domenica: si tratta della presentazione di “La Sicilia degli dèi” di Guido Guidorazzi e Silvia Romani (Cortina Raffaello Editore), guida mitologica che ricostruisce un po’ del carattere indelebile che i Greci hanno lasciato alla Sicilia (in sala conferenze di Palazzo delle Paure); di “Gente di Montagna” di Franco Faggiani (Mulatero Editore), libro che racconta di persone normali che, nella loro quotidianità, fanno cose che possiamo considerare straordinarie affinché la montagna possa continuare a vivere (sala conferenze del Palazzo del Commercio); e del reportage “Becco to the Borders” di Becco to the Future, viaggio ai confini – sia di guerra che sociali – dalle coste della Grecia agli orfanotrofi della Romania, dalle strade ostili della Turchia sino alla Georgia, per poi cambiare rotta e raggiungere Capo Nord.

INFORMAZIONI – Per conoscere il programma con tutti gli eventi visitare il sito www.immagimondo.it. Per informazioni: Les Cultures Odv | 0341284828 | immagimondo@lescultures.it.

“Immagimondo”: alla Torre Viscontea “Archetipi fotografici. Sguardi sul territorio di Lecco dall’Archivio Touring”

Share.

L'autore di questo articolo

Avatar