I consigli di PeregoLibri: “Il bacio più breve della storia” di Mathias Malzieu

0

Rubrica curata da PeregoLibri di Barzanò (Lc)

LECCO – Cosa accade quando in una pagina si mescolano un ragazzo con un foro di proiettile in fondo al cuore, un ex detective specialista dell’incredibile, un pappagallo “acconciato come un capo indiano” e con un fiuto da segugio, una ragazza che scompare quando la baciano e una graziosa farmacista dai riccioli color liquirizia?

copertina il bacio piu breve della storiaLa risposta è racchiusa nel titolo di un libro firmato da Mathias Malzieu, che di accordi musicali e poetici s’intende davvero: si tratta de Il bacio più breve della storia, edito da Feltrinelli. «Il bacio più breve della storia. Un millesimo di secondo, carnoso e leggiadro insieme. Appena uno sfioramento, un origami. Un accenno di cortocircuito. Un tasso di umidità incredibilmente vicino allo zero, qualcosa nell’ordine della polvere d’ombra. […] Il bacio più breve della storia. Impatto luminoso, poi più nulla. Scomparsa».

Un malinconico re minore fischia nei polmoni piccolissimi della ragazza invisibile, che più ama più scompare. Questa debole melodia rappresenta la pista più convincente per il ragazzo con il foro di proiettile al posto del cuore, che, risoluto a trovare la proprietaria delle labbra invisibili che l’hanno risvegliato dalla notte dell’amore, sguinzaglia Elvis, il vecchio pappagallo chiacchierone di proprietà dell’ex detective Gaspard Neige, «che somigliava a un orso bianco con gli occhiali e nuvolette di cotone al posto dei capelli e della barba». La ricerca rocambolesca non manca di inciampare in imbarazzanti fraintendimenti e clamorosi equivoci, ma alla fine, tra voci di passanti e cioccolatini al sapore di bacio, centra il bersaglio: il ragazzo dal cuore forato e la ragazza dalla pelle di cristallo, avvolta «in quel vestito così trasparente da farla sparire», si incontrano e si amano.

Mathias Malzieu

Mathias Malzieu

Ma, come immaginiamo, vivere con una ragazza invisibile non è un’impresa facile: «è impossibile sapere quando c’è, quando arriva, quando parte. Può sfiorarti durante un pisolino, morderti le chiappe in mezzo alla strada, passarti la mano da fantasma fra i capelli oppure non fare il minimo rumore per diverse ore di fila. […] È l’ultra-presente a prevalere». In questa atmosfera invisibile si svolge la storia surreale e fantastica di un amore che risorge dalle macerie della malinconia, riempiendosi di vita a tal punto da squarciare il silenzio del niente e diventare reale.

Con la leggerezza di un soffio, Il bacio più breve della storia vi conquisterà. Scoprirete quanto di vero e reale può esistere nell’invisibile delle emozioni.

Buon viaggio!

DI SEGUITO ALTRI CONSIGLI DI PEREGOLIBRI:

I consigli di PeregoLibri: la memoria della Storia in “Piccola staffetta”

I consigli di PeregoLibri: intervista a Rausa, autrice di “Marta nella corrente”

I consigli letterari di PeregoLibri: la recensione di “Marta nella corrente”

I consigli di PeregoLibri: il Premio Campiello “Morte di un uomo felice”

I consigli letterari di PeregoLibri. Questo mese “Maus”, graphic novel di Art Spiegelman

Share.

L'autore di questo articolo