ARCHIVIO – Dallo scrittore Daniel Vogelmann allo storico Marco Palmieri,
dalla graphic novel “Perlasca” allo spettacolo “Un calcio a Hitler”.
I prossimi appuntamenti con i “Percorsi nella Memoria”

0

BRIANZA – Daniel Vogelmann presenta il suo libro e racconta la vicenda di suo padre Schilum, unico italiano sulla lista di Oskar Schindler; “Un calcio a Hitler” porta in scena la storia dell’ex giocatore del Milan Ferdinando Valletti, deportato a Mauthausen e Gusen II; lo storico e giornalista Marco Palmieri approfondisce i fatti legati agli internati militari italiani, quei soldati italiani rastrellati e deportati nei territori tedeschi subito dopo l’8 settembre del 1943. E ancora, in una settimana fitta di eventi, il lecchese Matteo Mastragostino, ospite dei Percorsi nella Memoria per presentare la sua ghaphic novel fresca di stampa e dedicata a Giorgio Perlasca.

La rassegna che il Consorzio Villa Greppi organizza in occasione del Giorno della Memoria continua la sua corsa e lo fa con ospiti di primo piano: un’iniziativa di cui vi stiamo parlando da un paio di settimane e che fino all’8 febbraio ha in serbo un ricco calendario di appuntamenti storico-culturali intorno al tema La scelta dei Giusti.

Gli appuntamenti dal 29 gennaio al 3 febbraio

Curata da Daniele Frisco, mercoledì 29 gennaio alle 21 la kermesse fa tappa nella sala civica della Biblioteca di Viganò, dove ospite sarà lo sceneggiatore della nuovissima graphic novel Perlasca. Si tratta, come anticipato, del lecchese Matteo Mastragostino, già autore di Primo Levi (qui la nostra intervista) e questa volta alle prese con la storia del Giusto tra le Nazioni Giorgio Perlasca. Edito da BeccoGiallo e realizzato insieme al disegnatore Armando “Miron” Polacco, il volume, che sarà presentato in anteprima nazionale, porta nella Budapest del ’44 e ’45 e ripercorre la vicenda di Perlasca, che fingendosi console spagnolo ha potuto salvare la vita di migliaia di ungheresi di origini ebraiche.

Ma, come detto, questa settimana conta tra gli ospiti anche il poeta e scrittore Daniel Vogelmann, atteso per venerdì 31 gennaio alle 21 nella Sala Lea Garofalo di Villa Borgia di Usmate Velate. Fondatore della casa editrice Giuntina, Vogelmann presenterà il suo libro Piccola autobiografia di mio padre, recentemente pubblicato proprio dall’editore toscano e incentrato sulla vicenda del padre Schulim, sopravvissuto alla Shoah in quanto unico italiano della nota lista dell’imprenditore Oskar Schindler.

@ Massimino Bonizzato

Dopo aver già accolto, nelle scorse settimane, l’attore Pino Petruzzelli nel suo L’ultima notte di Bonhoeffer, la compagnia Luna e Gnac con Gino Bartali. Un eroe silenzioso e Joffo – Parrucchiere con l’attore lecchese Gigi Maniglia, si torna al teatro sabato 1 febbraio alle 17, quando nell’Istituto comprensivo Bonfanti Valagussa di Cernusco Lombardone è in programma l’ultimo spettacolo di questa edizione. Si tratta di Un calcio a Hitler di Mauro Vittorio Quattrina, con Andrea de Manincor. Un monologo, questo, tratto dal libro di Manuela Valletti DEPORTATO I 57633, voglia di non morire, che racconta la storia dell’ex giocatore del Milan Ferdinando Valletti, catturato dalle SS per aver aderito allo sciopero del marzo 1944 all’Alfa Romeo e successivamente deportato al campo di concentramento di Mauthausen e a quello di Gusen II. «Proprio per il suo trascorso da calciatore – spiegano dal Consorzio – verrà chiamato a sostituire un giocatore nella squadra delle SS e gli verrà concesso di diventare sguattero nelle cucine. Potrà così svolgere un lavoro meno usurante e portare di nascosto il cibo ai compagni, contribuendo a salare le loro vite».

Si parla di Internati Militari Italiani lunedì 3 febbraio alle 21, nella Biblioteca di Triuggio: un focus che si affianca al tema dei Giusti e che può contare sulla presenza del giornalista e storico Marco Palmieri, autore de I MILITARI ITALIANI NEI LAGER NAZISTI. UNA RESISTENZA SENZ’ARMI 1943-1945 (Il Mulino). Studioso di storia contemporanea, membro dell’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza e della Società italiana per lo studio della storia contemporanea, Palmieri ha alle spalle numerosi saggi e articoli dedicati alle vicende politico-militari del Novecento e alla loro memoria e sarà protagonista di una chiacchierata moderata da Frisco e incentrata sul suo ultimo libro, scritto a quattro mani con Mario Avagliano.

INFORMAZIONI – Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Per conoscere l’elenco completo degli appuntamenti consultare il sito www.villagreppi.it. Al seguente collegamento è possibile sfogliare il pieghevole dettagliato: https://ita.calameo.com/read/00110650808c6babe88d9?page=1

Share.

L'autore di questo articolo