ARCHIVIO – La grande arte al cinema: a Galbiate l’Hermitage di San Pietroburgo

0

GALBIATE – È il 1764 quando la zarina Caterina II decide di acquistare 225 dipinti della raccolta d’arte di un mercante berlinese. È lei, sovrana illuminata della Russia nonché amica dei philosophes Voltaire e Diderot, a porre le basi per la nascita di uno dei più grandi musei del mondo, luogo che custodisce opere dei maggiori artisti di tutti i tempi. Si tratta, come si può intuire, dell’Hermitage di San Pietroburgo, museo al quale è dedicato il prossimo appuntamento cinematografico con I Mercoledì dell’Arte. La rassegna, in programma contemporaneamente in numerose sale tra cui, come vi abbiamo raccontato, il Cine-Teatro Ferrari di Galbiate, porta sul grande schermo proprio i segreti del principale museo russo. Un tour in programma per la serata di martedì 11 marzo a partire dalle 21 e che, come sempre, potrà essere intrapreso stando comodamente seduti in sala.

hermitageE così, dopo gli approfondimenti dedicati ai Musei Vaticani, a La ragazza con l’orecchino di perla e a Rembrandt, ecco un nuovo appuntamento con l’Arte: «il Museo di San Pietroburgo – spiegano i promotori – rappresenta una delle mete più amate dei viaggiatori di tutto il mondo. La zarina lo immagina come un luogo isolato, un eremo non lontano dalla Prospettiva Nevskij e con una magnifica vista sul fiume Neva: “un petit ermitage” dove godersi momenti di rigenerante riposo circondata solo da pochi amici intimi e da opere d’arte». Un progetto ben diverso da come oggi, a 251 anni da quel primo acquisto, si presenta il museo di San Pietroburgo: un’istituzione cresciuta di anno in anno, di zar in zar, arrivando a raccogliere circa 3 milioni di pezzi, custoditi in uno scrigno sontuoso e spettacolare.

BIGLIETTI - Entrata Singola 10 euro, ridotta 8 euro (per iscritti: AVIS Galbiate, Associazione Pensionati Galbiate, C.I.F. Galbiate, Gruppo Alpini M. Barro, Titolari Abbonamento I Colori del Cinema 2014-15, Over 65 e under 25).

 

Share.

L'autore di questo articolo